Archivio news 17/11/2017

GFL - MILANO C7

Una capolista solitaria e tanto equilibrio


Game, set and match

Afterlife in formissima, Tango di nuovo ko

 

Afterlife – Tango 6-1

Reti: 3’Falsone (A), 3’st Falsone (A), 6’st Cinquepalmi (A), 15’st Oberto (A), 16’st Cinquepalmi (A), 20’Cinquepalmi (A), 23’st Pappacena (T).

AFTERLIFE: Montella 6.5, Eremita 6.5, Teresi 6.5, Cinquepalmi 7, Venturi 6.5, Falsone 7, Maisto 6, Langiu 6.5, Oberto 6, Russo 6.5.

TANGO: Errante 6, Caracciolo 5.5, Pappacena 6, Garghentini 6, Putignano 4.5, Cataldi 5.5, Beltramini 6, Ciapparoni 6.

Espulso: 13’st Putignano (T).

 

CRONACA

3’GOL ! Rotto il ghiaccio ! Il tiro dalla distanza di Falsone si trasforma nell’1-0!

19’Palo ! Caracciolo perde la sfida con il legno di destra e non trova il pareggio.

3’st GOL ! Ancora Falsone ! Salta Pappacena, pallonetto ad Errante e 2-0 Afterlife.

6’st GOL ! Cinquepalmi Tris ! Il numero nove Afterlife firma il 3-0.

15’st GOL ! Il poker arriva dai piedi di Oberto, dopo una falcata maturata sulla corsia di destra.

16’st GOL ! Punizione centrale di Cinquepalmi che sorprende Errante: 5-0.

20’st GOL ! A due passi da Errante, ancora una volta Cinquepalmi: 6-0 !

23’st GOL ! Pappacena non demorde e sigla il gol della bandiera per i Tango.

 

PAGELLE AFTERLIFE

Montella 6.5 Partita da spettatore.

Eremita 6.5 Buona guardia.

Teresi 6.5 Capo delle retrovie.

Cinquepalmi 7 Centravanti puro.

Venturi 6.5 Equilibrio e precisione.

Falsone 7 Fantasista dinamico.

Maisto 6 Poco contributo offensivo.

Langiu 6.5 Regge le pressioni.

Oberto 6 Tanta corsa. Lento nel rientro.

Russo 6.5 Supporto per il centrocampo.


 

PAGELLE TANGO

Errante 6 Sempre tra i migliori. Non può nulla per evitare la sconfitta.

Caracciolo 5.5 Distratto e poco concreto.

Pappacena 6 Prova a dare sostegno alla linea mediana.

Garghentini 6 Gestisce il pressing.

Putignano 4.5 Butta via una partita per una reazione inutile.

Cataldi 5.5 Opaco.

Beltramini 6 Ausilio del reparto offensivo

Ciapparoni 6 Sostiene le avanzate Afterlife.


 

IL COMMENTO

Dopo venticinque minuti di puro equilibrio tra le due squadre l’improvviso crollo fisico e mentale dei Tango ha fatto scatenare l’anima tecnica e tattica dell’Afterlife. Una prestazione, quella dei Tango, sporcata sul piano della calma, a causa del nervosismo di alcuni dei suoi giocatori, in particolare Putignano, espulso per aver dato un calcio a Falsone a gioco fermo. Afterlife superiori mentalmente ma anche numericamente, disponendo di una lunga panchina, a differenza degli avversari, privi di alcuni giocatori importanti. Sconfitta quindi per i Tango, e prestazione che non riflette le vere qualità dei “grigi”, dotati di potenzialità enormi.

 

La classe di Cauet non basta

Vince il ritmo alto di Giunti

 


Ristorante Donati - AM Lea 4-5

Reti: 2’ Zenoni (A), 15’ Di Davide (A), 15’ Colacone (R), 18’ Cauet (R), 22’ Cervelli (A), 16’ st Bertocchi (A), 24’ st Colacone (R), 27’ st Bertocchi (A), 29’ st Colacone (R)

RISTORANTE DONATI: Trezza 7, Crimaldi 7.5, Melosi 5, Carbone 7, Cauet 7, Cappellini 5.5, Colacone 7.5, Sacchi s.v. A disp. Pastore, Miserendino. All. Donati 5.5.

AM LEA: Bonito 7.5, Folcia 6.5, Zenoni 7.5, Di Davide 6.5, Giunti 7.5, Savino 7, Bertocchi 7.5, Cervelli 7, Modoni 5, Santobuono Mi. 6.5, Rebuscini 5.5. A disp. Pepe. All. Nardo 7. Dir. Bonomi.


 

CRONACA

2’ GOL! Zenoni sblocca subito il match: il suo primo tiro verso la porta del torneo termina in gol. 0-1.

4’ Primo assolo di Crimaldi: slalom gigante e mancino che sorvola di poco la traversa dopo una deviazione.

6’ Savino con la sua classica giocata va sul fondo e crossa in mezzo teso. Bertocchi non riesce a colpire il pallone e a mettere dentro, ma che occasione per il raddoppio AM Lea. La risposta di Ristorante Donati è affidata ancora all’intraprendenza di Crimaldi: finta e contro finta e destro che colpisce la parte alta del palo.

7’ Ci prova anche Capellini. Sale di tono la prestazione dei giocatori in maglia bianca. Bonito è costretto agli straordinari. Pochi secondi dopo Bertocchi si esibisce in una meravigliosa rovesciata e sfiora il palo.

8’ Dialogo ad alto tasso tecnico tra Cauet e Carbone, con quest’ultimo che testa ancora una volta i riflessi di Bonito.

14’ Schema da calcio d’angolo di AM Lea, che porta al tiro Giunti. Prodezza di Trezza.

15’ GOL! Un rimpallo favorisce Cauet, che si ritrova tutto solo davanti al portiere. Bonito è fenomenale: esce a valanga, copre tutto lo spazio di porta al fantasista e intercetta il suo tocco sotto. Sul ribaltamento di fronte Di Davide sfrutta tutta la sua potenza e fa 0-2. Non passano neanche sessanta secondi e Ristorante Donati dimezza lo svantaggio. Bonito si supera su Carbone, ma non può nulla sulla botta ravvicinata di Colacone.

18’ GOL! Carbone-Colacone-Cauet. Tre tocchi meravigliosi, l’ultimo di questi è il destro affilato del francese. 2-2.

22’ GOL! Assist poetico di Zenoni con l’esterno destro, gol di Cervelli: controllo e conclusione immediata. 2-3.

4’ st Destro a giro avvolgente di Giunti che sfiora la traversa.

5’ st Ristorante Donati torna a farsi vedere dalle parti di Bonito con Cappellini.

6’ st Vola Trezza, che dice ancora di no a Giunti.

10’ st Contatto molto dubbio tra Folcia e Colacone, con l’attaccante di Ristorante Donati che va giù in area di rigore avversaria.

15’ st Bonito si distende benissimo alla sua sinistra e toglie dall’angolino il destro piazzato di Cappellini.

16’ st GOL! Ecco Bertocchi! Lo aspettavano tutti e lui si fa vedere. Alla prima occasione punisce. 2-4.

22’ st Bertocchi va vicino alla doppietta personale, ma alza troppo la mira.

24’ st GOL! Di Davide si concede un dribbling di troppo davanti alla sua area di rigore e perde un pallone sanguinoso, che termina sui piedi del rapace Colacone. 3-4.

27’ st GOL! Rimette le cose a posto il solito Bertocchi, che sull’invito perfetto di Mirko Santobuono deve realizzare il più facile dei gol.

29’ st GOL! Taglio sul primo palo e zampata di Colacone, che non ci sta.


PAGELLE RISTORANTE DONATI

Trezza 7 Compie degli interventi strappa applausi. Felino.

Crimaldi 7.5 Difende bene e, quando si sgancia in avanti, crea pericoli in zona gol. Personalità.

Melosi 5 Non è in serata, non è mai nel vivo del gioco. Da lui ci si aspetta molto di più.

Carbone 7 Tecnica e leadership. Nel primo tempo con la squadra in svantaggio si carica i compagni sulle spalle, alzando il suo raggio d’azione e muovendosi tantissimo. Carisma.

Cauet 7 Oltre al gol c’è una prestazione di una precisione infinta. Va aggiunta poi l’eleganza con cui placa gli animi in campo e nel post-partita. Chapeau.

Cappellini 5.5 Perde troppi duelli con Zenoni. Manca il suo nome nel tabellino dei marcatori e si vede.

Colacone 7.5 Non perde mai l’occasione di dimostrare quanto sia insita in lui l’essenza del centravanti. Spietato.

All. Donati 5.5 Decide di non effettuare nessun cambio: ha una panchina molto risicata, ma far riposare qualcuno in alcuni momenti del match forse avrebbe fatto bene. La sconfitta non è tutta colpa dell’arbitro - Cauet docet.

 

 

PAGELLE AM LEA

Bonito 7.5 Indossa la tuta speciale anti-mine e disinnesca tutte le bombe avversarie.

Folcia 6.5 Gioca con autorità e personalità. Esordio positivo.

Zenoni 7.5 Un gol, un assist e il titolo di “signore della fascia destra”. Serve altro?

Di Davide 6.5 Commette un errore che manda su tutte le furie Bonito e può riaprire il match, ma si fa perdonare subito. Solita prestazione di grande concretezza e sostanza.

Giunti 7.5 Nardo sa che non può privarsi di lui. Recupera palloni, porta su la squadra: insomma fa tutto e lo fa bene. Indispensabile.

Savino 7 Ha il piglio giusto. Non sbaglia mai scelta, è uno di quelli che fanno la differenza.

Bertocchi 7.5 Non lo si vede per quaranta minuti, se non per una rovesciata esteticamente perfetta. Poi si sveglia e segna la doppietta che decide il big match. Sì, eri in forma bomber!

Cervelli 7 È tanto bravo quanto umile. Eccezionale.

Modoni 5 Non brilla. Non riesce mai ad essere incisivo - e uno con le sue qualità deve esserlo.

Santobuono Mi. 6.5 Ci si ricorda di lui per un assist al bacio. Approccio perfetto.

Rebuscini 5.5 Stavolta fatica un po’ in mezzo al campo. Sotto tono.

All. Nardo 7 Nel pre-partita è tranquillo e ha ragione. Ancora una volta azzecca formazione e cambi: Mirko Santobuono è l’esempio più lampante.

 


IL COMMENTO

La freschezza atletica di AM Lea fa la differenza. Nardo può contare su una panchina lunga e su giocatori giovani e allenati. Ristorante Donati domina alcuni tratti del match, ma non riesce a capitalizzare la supremazia territoriale: sbatte contro super Bonito e contro la compattezza dei rossoneri, che incassano e vanno a segno nei momenti chiave.

 

 

Sulla sirena Leni!

Werico strepitoso tuttofare ma non basta, è parità

 

Roger Milano – Garra Crema Perù 3-3

Reti: 4’Pagano (R), 7’ Pagano (R), 12’ Camarino (G), 7’ st Carlos (G), 18’ st Werico (G), 25’ st Leni.

ROGER MILANO: Tassatone M. 6.5, Tassatone D. 6.5, Leni 6.5, Deda 6, Cotica 6, Giampietro 6.5, Pagano 6.5, Lanzotti 6.

GARRA CREMA PERU: Fernandez 6.5, Cuya 6.5, Mascote 6.5, Werico 7, Valdivia 6, Manchego 6, Camarino 6.5, Carlos 6, Calle Burgos 6, Cruz 6.

Ammonito: 12’st Werico (G).

 

CRONACA

4’ GOL ! Pagano dalla distanza ! Angolino basso e si aprono le danze: 1-0

7’ GOL ! Ancora lui ! Pagano scatenato firma la doppietta personale e il parziale di 2-0.

12’ GOL ! Camarino accorcia le distanze. Incomprensione tra Marco Tassatone e Cotica, palla regalata al centrocampista peruviano, che insacca il 2-1.

7’st GOL ! Carlos pareggia i conti ! 2-2.

18’st GOL ! Risultato ribaltato, 2-3 GarraCrema! Werico sfrutta l’ennesimo errore di disattenzione della difesa del Roger Milano, portando i suoi in avanti nel punteggio.

25’st GOL ! Leni salvatore dei Roger! A tempo scaduto il numero due riesce a salvare la pelle dei suoi e firmare il pareggio definitivo, 3-3 !

 

PAGELLE ROGER MILANO

Tassatone M. 6.5 Preciso nelle uscite.

Tassatone D. 6.5 Gestisce l’equilibrio in mediana.

Leni 6.5 Salva i suoi. Opaco però in fase difensiva.

Deda 6 Prestazione sufficiente anche se distratto nelle marcature.

Cotica 6 Non è il solito fantasista. Tra le nuvole.

Giampietro 6.5 Offre tante occasioni alle punte.

Pagano 6.5 Grande sforzo in copertura.

Lanzotti 6 Non sfrutta al meglio i suoi centimetri.


PAGELLE GARRA CREMA PERU

Fernandez 6.5 Attento.

Cuya 6.5 Da sempre una sicurezza.

Mascote 6.5 Muro insieme a Cuya

Werico 7 Ovunque in mezzo al campo. Corre, regala assist e segna.

Valdivia 6 Spreca troppo.

Manchego 6 Pallido sulla sinistra.

Camarino 6.5 Regista.

Carlos 6 Subentra e incide andando a rete.

Calle Jesus 6 Contribuisce al supporto in mediana.

Cruz 6 Velocità e polmoni negli ultimi minuti.


IL COMMENTO

I Roger Milano partono a mille all’ora, mettendo in difficoltà i biancorossi che mostrano nei primi minuti diverse lacune soprattutto in fase di non possesso, concedendo troppo spazio tra le linee. Dopo il vantaggio, però, i padroni di casa si adagiano sugli allori e nonostante fossero avanti di due reti, riescono nell’ ”impresa” di farsi rimontare e persino sorpassare nel punteggio. Rimonta figlia di una grande prestazione di Werico, vero leader in campo. Ma la gioia peruviana viene spenta con una doccia gelata al cinquantesimo, quando Leni insacca la palla del 3-3 negando tre punti meritati.

 

 

 

Fusco mette il mantello e vola

La Dea bendata blocca Palvarina

 

M. C. Élite - Milano Service 1 - 1

Reti: 25’ Sinisi (MS), 11’ st De Meo (MC)

M.C. ELITE: Zaccuri 6, Chiozzi 6.5, Calamita 7, Calabrese 6, De Meo 7.5, Cavallari 5.5, Palvarini 7, Pellegrini 6. A disp. Altissimi. All. Marzà-Faiella 6. Dir. Candi. 

MILANO SERVICE: Fusco 8, D’Alessandro 7, Paleari 6.5, Cuomo 6.5, Goldoni 7, Sinisi 7, Villa 6, Mignano 5.5. A disp. Cuomo.

 

CRONACA

1’ Il primo squillo del match è di Milano Service, che va al tiro con Villa.

8’ M. C. Élite prova a prendere in mano le redini del gioco. Cavallari si muove tanto e arretra: calcia dalla distanza, ma non ottiene il risultato sperato.

11’ Tornano avanti i giocatori in maglia verde con il diagonale interessante di Paleari.

16’ Ancora Paleari, che stavolta è egoista e spreca un 2vs1, calciando con il sinistro sull’esterno della rete.

20’ Si fa vedere anche Sinisi, che calcia a botta sicura. La palla sembra destinata in gol, ma viene intercettata da Paleari. Che occasione!

24’ Cavallari ci prova da calcio da fermo: supera la barriera ma non Fusco.

25’ GOL! Milano Service è in vantaggio. Azione confusa e improvvisa: la palla finisce sui piedi di Sinisi, che è tutto solo alle spalle della retroguardia arancione e trafigge Zaccuri. Si va al riposo sul risultato di 1-0.

4’ st M. C. Élite spuma rabbia, perché si trova incredibilmente sotto. Marzà e Faiella spingono la squadra ad alzare ritmo e baricentro. La reazione comincia dal palo colpito da Cavallari.

6’ st Il giocatore che spinge di più sull’acceleratore è Palvarini. Sulla fascia destra è una spina nel fianco di Milano Service. È proprio il numero 22 a centrare il palo con un diagonale insidioso.

10’ st Calabrese ci prova col destro. Respinge Fusco.

11’ st GOL! Arriva il pareggio di M. C. Élite. Fusco para di tutto, ma a risolvere il flipper impazzito ci pensa De Meo, con un gol pregevole e tutt’altro che facile.

12’ st Subito la possibilità per completare la rimonta. La palla del sorpasso passa dal sinistro di Calabrese al destro di Cavallari, che mette incredibilmente alto da due passi.

21’ st Milano Service rimette fuori la testa e ha un’ottima opportunità con una punizione da distanza ravvicinata. S’incarica della battuta Goldoni, che sfiora il palo alla destra di Zaccuri.

25’ st L’ultimo pallone per la vittoria è affidato a Palvarini, che su calcio di punizione colpisce ancora una volta il palo - è il terzo della serata per Calamita e compagni.


PAGELLE M. C. ÈLITE

Zaccuri 6 Praticamente inoperoso.

Chiozzi 6.5 Corre, spinge sulla fascia e chiama palla. Prestazione positiva.

Calamita 7 Il suo ritorno al centro della difesa è importantissimo. Colonna portante.

Calabrese 6 Senza infamia e senza lode.

Segale 6 Parte molto bene, ma si spegne col passare del tempo.

De Meo 7.5 Si abbassa per impostare l’azione, tocca un’infinità di palloni e segna il gol del pareggio. Tecnica da vendere.

Cavallari 5.5 Né presente né incisivo in zona gol.

Palvarini 7 Entra con grinta e voglia. Dà la scossa. Affamato.

Pellegrini 6 Nel buon secondo tempo di M. C. Élite c’è anche il suo contributo.

All. Marzà-Faiella 6 Sfuggono ancora una volta i tre punti. Se Faiella fosse stato in campo…

 

PAGELLE MILANO SERVICE

Fusco 8 All’esordio nel torneo para di tutto. Con lui tra i pali Milano Service è un’altra squadra. Spider-Man.

D’Alessandro 7 S’incolla a Cavallari e non lo molla mai. Francobollo.

Paleari 6.5 Gestisce bene il suo lavoro sulla fascia.

Cuomo 6.5 Mette ordine nel mezzo.

Goldoni 7 Ancora una volta è tra i migliori dei suoi. Quantità e qualità.

Sinisi 7 Segna sempre lui. Implacabile.

Villa 6 Partecipa attivamente alla manovra.

Mignano 5.5 Distratto e impreciso.


IL COMMENTO

M. C. Élite continua il suo rapporto controverso con la dea bendata. La “banda Marzà” meriterebbe di più, ma si ferma al palo. Milano Service strappa un punto e soprattutto si gode Fusco, uno dei migliori portieri del torneo.